Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Accedi
NOTIZIE

LEGALITA'

Intimidazioni ai danni degli amministratori, Guerra: “Necessario sostegno, una democrazia soggetta a condizionamenti si indebolisce”

10 Giugno 2021

Saccone: Sindaci e amministratori sappiano discernere

“Sul gravissimo fenomeno delle intimidazioni ai danni di rappresentanti degli Enti Locali, abbiamo la necessità di sostenere i Comuni, ma è ugualmente necessario che sindaci e amministratori sappiano autosostenersi e discernere, per questo ben vengano momenti formativi a loro dedicati come quello di oggi”. 
Con queste parole il Prefetto di Milano Renato Saccone ha aperto i lavori della giornata formativa in tema di prevenzione e contrasto al fenomeno dell'intimidazione ai danni degli amministratori degli enti territoriali, promossa dalla Prefettura di Milano e ANCI Lombardia, con la collaborazione di Avviso Pubblico e l'Università degli Studi di Milano, organizzata in modalità videoconferenza. Il momento formativo ha rappresentato anche l’occasione per presentare i risultati del questionario anonimo somministrato tramite modalità digitale nelle scorse settimane a tutti gli amministratori locali lombardi.
Il Prefetto Saccone, nel suo intervento, ha sottolineato l’importanza dell’alta adesione di Sindaci e amministratori al questionario somministrato, che ha permesso di realizzare un’indagine che pur non avendo una valenza scientifica “fornisce uno spaccato della situazione in Lombardia. Un momento formativo di interesse generale per volere di Anci Lombardia e Prefettura che però segue l’indirizzo del Ministro Lamorgese”.  Il Prefetto Sacconi ha concluso l’intervento ringraziando Anci Lombardia, l’Università di Milano e tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione dell’incontro formativo.

“Sindaci e amministratori con l’adesione al questionario hanno arricchito un patrimonio di conoscenza” ha detto il Presidente di Anci Lombardia Mauro Guerra in apertura del suo intervento. “Vorrei innanzitutto porre l’attenzione sull’importanza della legge 105 del 2017 non solo per l’apparato sanzionatorio, ma – ha spiegato Guerra - perché ha definito l’introduzione dell’osservatorio che ha permesso di avere consapevolezza del fenomeno, capire le tendenze e condividere conoscenze”. Per Guerra “affrontare il tema delle intimidazioni ai danni degli amministratori non significa solo difendere e sostenere chi oggi è in prima linea per il bene delle comunità, ma significa anche difendere la democrazia, perché una democrazia soggetta a condizionamenti si indebolisce. Ecco perché per noi come Anci questo momento formativo e di sensibilizzazione è davvero molto importante”.
“Ci sono vari livelli di intimidazioni ed è molto importante conoscerli per discernerli e trovare la più adeguata modalità di reazione. I sindaci, anche a causa della pandemia non stanno vivendo un momento semplice, al quale si aggiunge un degrado del confronto politico che non aiuta. Se a tutto questo si aggiunge il peso delle intimidazioni su Sindaci ormai responsabili di tutto, la situazione diventa davvero insostenibile. Per tutte queste ragioni – ha concluso Guerra - credo sia il momento per costruire momenti di maggiore serenità”.

Ha fatto il punto sui dati sulle intimidazioni ai danni degli amministratori il Vice Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Direttore Centrale della Polizia Criminale e Presidente dell’Organismo Tecnico di Supporto all’Osservatorio Nazionale, Prefetto Vittorio Rizzi. I dati esposti dal Prefetto Rizzi hanno sottolineato una netta crescita del fenomeno. “In particolare – ha sottolineato Rizzi - i casi in Lombardia sono passati da 18 del 2020 a 38 del 2021, con Milano dove si è passati da un caso nel 2020 ai 20 nel primo trimestre del 2021”. Oltre il 50% delle intimidazione sono ai danni di Sindaci “che rappresentano la prima autorità pubblica a cui ci si rivolge in moneti di difficoltà”. Il Prefetto Rizzi ha voluto ringraziare tutti per l’organizzazione della giornata formativa “importante strumento di consapevolezza sul fenomeno”, e in particolare i Sindaci che hanno aderito all’iniziativa.

ANCI Lombardia © 2022  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961