Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Accedi
CIRCOLARI

CIRCOLARE N.553/23

Contributi Anci Lombardia alla proposta di legge regionale sulle procedure di bonifica

15 Settembre 2023

CIRCOLARE N.553/23

Milano, 15 settembre 2023
Prot. n. 2307/23
CIRCOLARE INFORMATIVA N.553/23

Ai Signori Sindaci
Assessori di competenza
Segretari Comunali
Responsabili di settore
Organi ANCI Lombardia

Oggetto: Contributi Anci Lombardia alla proposta di legge regionale sulle procedure di bonifica

Gentilissime/i, 
con la sentenza della Corte Costituzionale n. 160 del 24 luglio 2023 (pubblicata in Gazzetta Ufficiale in data 26 luglio 2023) in materia di riparto delle competenze per la bonifica dei siti contaminati, è stata preclusa la possibilità alla Regione di conferire funzioni amministrative in materia di bonifiche ai Comuni, avviando così una fase particolarmente critica per molti interventi edilizi e urbanistici. La Corte dichiarando l’illegittimità dell’art. 5 della Legge regionale Lombardia n. 30/2006, con la quale veniva attribuita ai Comuni la competenza amministrativa in materia di procedure di bonifica, ha di fatto impedito ai Comuni di poter procedere con quasi tutti gli iter che avevano una relazione diretta o indiretta con le attività di bonifica.
Anci Lombardia si è quindi attivata assicurando da una parte una specifica attività informativa rivolta ai Comuni interessati dalle procedure di bonifica (vedi Circolare n. 464/2023 e Circolare n. 502/2023), dall’altra invitando la Regione Lombardia a costituire con urgenza un gruppo di lavoro per definire i necessari interventi e le conseguenti azioni amministrative volte a fronteggiare la situazione critica nella quale si sono trovate le grandi città lombarde ma anche i piccoli Comuni.
Abbiamo da subito richiesto e sostenuto la modifica del Decreto Legislativo 152/2006 (Norme in materia ambientale). Tale richiesta, grazie all’efficace e tempestivo intervento della Direzione Generale Ambiente e Clima della Regione Lombardia, ha trovato un rapido riscontro nel decreto-legge n.104 del 10 agosto 2023, recante “Disposizioni urgenti a tutela degli utenti, in materia di attività economiche e finanziarie e investimenti strategici”. L’art. 22 del sopracitato decreto-legge, dispone infatti che “le Regioni possono conferire, con legge, le funzioni amministrative di cui agli articoli 194, comma 6, lettera a), 208, 242 e 242-bis del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, agli enti locali di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267. La medesima legge disciplina i poteri di indirizzo, coordinamento e controllo sulle funzioni da parte della Regione, il supporto tecnico-amministrativo agli enti cui sono trasferite le funzioni, l’esercizio dei poteri sostitutivi da parte della Regione, in caso di verificata inerzia nell’esercizio delle medesime.”
La Regione Lombardia ha quindi avviato da subito l’iter di modifica della legge regionale n. 30/2006 al fine di recepire le modifiche introdotte al Decreto Legislativo 152/2006 volte a conferire ai Comuni le funzioni in materia di bonifica di siti contaminati.
Considerata l’urgenza di tale provvedimento sotto il profilo ambientale ed economico, la DG Ambiente e Clima della Regione Lombardia ci ha informato che l’iter procedurale per l’approvazione della nuova legge sarà necessariamente rapido e a tappe forzate per assicurarsi i lavori del Consiglio Regionale per i primi giorni di ottobre.
In data 13 settembre 2023 si è quindi costituito formalmente, con Decreto n. 13496, il Tavolo Tecnico Regionale per la gestione delle criticità e delle urgenze in materia di bonifiche a seguito della sentenza n.160/2023 della Corte Costituzionale, e si tenuta la prima riunione nella quale abbiamo avuto modo di discutere della proposta di legge regionale.
Considerati i tempi ristretti (è prevista l’approvazione della Giunta Regionale per il 18 settembre p.v.) abbiamo tempestivamente inviato alla DG Ambiente e Clima della Regione Lombardia una nota tecnica, i cui contenuti raccolgono i contributi dei Comuni Capoluogo (Bergamo, Brescia, Lecco, Milano, Monza) e dello staff tecnico e legale interno ed esterno ad Anci Lombardia.
In allegato, evidenziato in giallo, sono richiamate le modifiche e/o le note che Anci Lombardia ha formulato alla proposta di legge regionale, nel testo che ci è stato illustrato nel primo incontro del Tavolo Tecnico Regionale. L’attenzione di Anci Lombardia, oltre ad alcuni aspetti tecnici/procedurali della legge, si è fondamentalmente orientata ad assicurare non solo la più veloce ed efficace ripresa dell’azione amministrativa da parte dei Comuni, ed in particolare delle grandi città, ma ad ampliare e articolare ulteriormente il sostegno e l’accompagnamento della Regione Lombardia ai piccoli Comuni.
Auspicando l’accoglimento delle nostre osservazioni che contemperano le diverse necessità dei Comuni più  strutturati con quelle dei piccoli Comuni, non appena avremo dei riscontri, provvederemo con immediatezza a darne opportuna comunicazione.

Cordiali saluti
Rinaldo Mario Redaelli
Segretario Generale
Maurizio Cabras 
Coordinatore Dipartimento Territorio - Urbanistica - Lavori Pubblici - Edilizia – Patrimonio di ANCI Lombardia
Fabio Binelli
Coordinatore Dipartimento Servizi Pubblici Locali - Ambiente - Politiche Agricole - Green Economy di ANCI Lombardia

ANCI Lombardia © 2024  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961