Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Accedi
NOTIZIE

Iniziative

Summer School 2022 e biblioteche, de Luca: "c’è bisogno di riflettere su buone pratiche e diffonderle"

18 Maggio 2022

Presentata la nuova edizione del progetto che si terrà il 28, 29 e 30 agosto

TEMI: CULTURA

Ufficialmente presentato il programma della “Summer School 2022”: la proposta del Comune di Treviolo e di altri enti locali, finalizzata a condividere progettualità locali, con attenzione ai servizi culturali e al turismo di prossimità, attraverso un confronto tra rappresentanti delle Amministrazioni e operatori del settore.
Dopo il successo dell’edizione 2021, la nuova edizione del progetto si terrà dal 28 al 30 agosto 2022 nelle Terre del Vescovado, in particolare a Scanzorosciate e Brusaporto.

Alla conferenza stampa per illustrare il programma è intervenuto il Vice Presidente di Anci Lombardia, Lucio de Luca, che non ha dimenticato di sottolineare come “il settore della cultura è spesso bistrattato, perché quando si deve scegliere tra un investimento per la parte culturale o sociale o di altro genere, si sceglie spesso altro rispetto alla cultura”, pertanto “gli eventi culturali che realizziamo sono spesso realizzati attraverso sponsorizzazioni concesse dalle diverse realtà locali e territoriali.” Per de Luca però “se la cultura è un asset fondamentale, su questo asset si deve investire”, soprattutto perché “la cultura e le biblioteche sono ciò che formano la comunità, poiché le biblioteche non sono solo il luogo dove c’è la cultura ma anche uno spazio per incontrarsi, studiare, fare relazioni.” La biblioteca quindi “non è solo il magazzino dei libri o il luogo dove ci sono libri ma è il luogo di relazionalità, il luogo dove si progettano e si tengono eventi culturali nei territori e il luogo dove si trovano servizi e dove anche si può lavorare, visto l’affermarsi dello smart working.” De Luca ha considerato come “le biblioteche hanno una localizzazione estremamente capillare e, per questo, possono contribuire alla realizzazione di eventi diffusi e disponibili sul territorio”, pertanto “un’iniziativa come la Summer School è importante, perché c’è bisogno di riflettere su buone pratiche e diffonderle.” Il vice Presidente di Anci Lombardia ha quindi concluso annunciando che l’Associazione dei Comuni sta pensando di dare il via a “un gruppo di confronto continuo sul tema delle biblioteche.”

Intervenuto con un messaggio l’Assessore all’Autonomia e Cultura di Regione Lombardia, Stefano Bruno Galli, che ha sottolineato come “senza alcun dubbio, la biblioteca è da considerarsi un settore strategico per la crescita individuale e collettiva. La biblioteca è il perno di quel processo di formazione e di acculturazione continua che sta alla base del patrimonio sociale, economica e culturale di una comunità. Dopo il biennio pandemico, nel quale le restrizioni legate all’emergenza sanitaria hanno travolto il mondo della cultura, anche le biblioteche dunque rinascono e riaprono al pubblico. Tornano a occupare il ruolo che spetta loro di diritto, quale centro nevralgico della diffusione della conoscenza, accessibile a tutti.”

Entrando nel merito dell’evento, sono intervenute tre Assessore alla Cultura: Marta Piarulli di Treviolo, Angela Vitali di Scanzo Rosciate e Maria Cristina Galizzi di Brusaporto, che hanno sottolineato l’importanza del lavoro di squadra capace di portare un evento diffuso sul territorio, che partirà domenica 28 agosto con una cena nel comune di Seriate, per proseguire il lunedì con una giornata ospitata a Scanzo Rosciate e concludersi martedì 30 a Brusaporto.

Tra gli interventi, quello di Antonella Agnoli, consulente bibliotecaria conosciuta a livello internazionale, che ha considerato l’importanza del confronto su “come ripensare le biblioteche e gli sguardi con cui affrontare i nostri servizi”, perché “le biblioteche sono un luogo straordinario, non solo per la capillarità della loro diffusione ma perché sono un luogo eccezionale di accesso alla cultura”. Per l’esperta, “in particolare dobbiamo ascoltare i motivi per cui alcune persone si tengono lontane dalle biblioteche, soprattutto i giovani, per capire che i nostri servizi vanno ripensati e riprogettati proprio con i cittadini.”

Viviana Vitari, funzionaria del settore biblioteche del Comune Treviolo, ha quindi illustrato il programma della tre giorni, che si concentrerà su temi quali Bergamo e Brescia Capitali della cultura e le biblioteche 2023; i corridoi verdi del turismo e le biblioteche; le biblioteche del futuro e il nuovo glossario delle biblioteche. Le giornate saranno inoltre animate da quattro workshop dal titolo: Il bilancio sociale a partire dalla cultura; Artoteche e progettazione del servizio; Libri in simboli e InBook; Biblioteche di comunità e modelli di servizio.

INFO
www.bgsummerschool.it

ANCI Lombardia © 2022  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961