Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Accedi
NOTIZIE

Comuni

Bandi rigenerazione urbana e borghi storici, Guerra: "tenere aperta una linea di finanziamento che consenta di scorrere la graduatoria"

7 Aprile 2021

Video e materiale del webinar disponibili online

In merito ai bandi regionali sulla rigenerazione urbana e la riqualificazione dei borghi storici “voglio sottolineare che la risposta dei Comuni è stata straordinaria, come è accaduto per altri bandi, dimostrando che c'è un grande bisogno e una grande fame di risorse. I Comuni quindi sono in grado di utilizzare rapidamente e in modo utile per le comunità le risorse a disposizione. Questa è una lezione che va compresa fino in fondo e che dimostra alla Regione che i Comuni sono un partner essenziale per far ripartire gli investimenti.” Così è intervenuto questa mattina il Presidente di Anci Lombardia, Mauro Guerra, nel corso del webinar (online il VIDEO) organizzato dall’Associazione dei Comuni e dalla Direzione Generale Territorio e Protezione Civile della Regione Lombardia, per presentare i primi risultati dello Sportello dei Centri di Competenza per la rigenerazione urbana che ha avviato la sua sperimentazione sulla promozione dei due recenti bandi regionali sulla valorizzazione dei borghi storici e sugli interventi di rigenerazione urbana.
Guerra ha ringraziato Regione Lombardia “per lo stanziamento di risorse significative, che sono importanti e che si aggiungono ad altre risorse importanti messe a disposizione da Regione Lombardia. Ora il nostro obiettivo è quello di costruire un metodo e un sistema di relazioni condiviso che consenta di gestire al meglio le risorse sul territorio per farle atterrare nel miglior modo possibile.”
Passando a descrivere la risposta degli Enti, Guerra ha evidenziato che “per il bando sui borghi storici siamo di fronte a 333 progettualità presentate per un totale di risorse richieste pari a 230 milioni di euro a fronte dei 30 milioni a disposizione. Per il bando sulla rigenerazione urbana siamo di fronte a 774 candidature presentate per un importo complessivo richiesto di 329 milioni di euro rispetto ai 100 milioni stanziati. Viene quindi da chiedere che non finisca qui l'impegno su questi progetti perché abbiamo un portafoglio di iniziative ampio, che risponde a tante idee che non devono essere disperse. La richiesta che rivolgiamo a Regione Lombardia è pertanto quella di tenere aperta una linea di finanziamento che, mano a mano che ci saranno risorse disponibili, consenta di scorrere la graduatoria che si formerà, per non ripartire ogni volta da capo. Abbiamo bisogno che una volta che si sono manifestati i bisogni e le progettualità ci sia una programmazione pluriennale per andarle a esaurire prima di andare a costruire nuovi bandi.”

All’evento è intervenuto anche l’Assessore regionale al Territorio e Protezione Civile, Pietro Foroni, che ha ringraziato Anci Lombardia “per il supporto che ha dato in relazione a questi due bandi. Un supporto sia di interlocuzione per la loro stesura e, in seguito, ai Comuni quale aiuto per la presentazione dei progetti. In merito a questi temi è bene insistere, perché sulla rigenerazione urbana e sull’urbanistica, dove vi è un'ampia libertà di azione normativa nel rispetto sempre delle norme generali, abbiamo la possibilità di far nascere strumenti virtuosi che possono coniugare e sostenere diverse questioni, a cominciare dallo sviluppo sostenibile.” Foroni ha quindi concluso sottolineando come “i bandi hanno avuto successo, registrando una notevolissima partecipazione, segno che hanno colto l'interesse e la partecipazione dei Comuni.” 

Dopo le presentazioni dei relatori, ha chiuso l'evento Luca Veggian, Presidente del Dipartimento Territorio, Urbanistica, Lavori Pubblici, Edilizia e Patrimonio di Anci Lombardia, evidenziando che "l'importanza dello Sportello dei centri di competenza la cui speriemntazione ha messo in luce il ruolo che Anci Lombardia potrà giocare in futuro nell'accompagnare i Comuni nella presentazione ed elaborazione di progetti di maggiore rilievo in merito alla rigenerazione urbana dei nostri territori".

ANCI Lombardia © 2022  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961