Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Accedi
NOTIZIE

covid-19

Hub vaccinale Anci Lombardia a Bovisio Masciago e Varedo, Bertolaso: "un bellissimo gioco di squadra"

23 Aprile 2021

Il Consulente per il coordinamento e l’attuazione del Piano vaccinale Covid 19 in visita al centro vaccinale mobile

Bovisio Masciago e Varedo sono stati i due Comuni in provincia di Monza e Brianza dove ha fatto tappa, venerdì 23 aprile, l'hub vaccinale messo a disposizione da Anci Lombardia.

A Bovisio Masciago il Sindaco Giovanni Sartori ha ringraziato "Anci Lombardia per aver organizzato queste vaccinazioni per gli infermi e per coloro che non hanno potuto vaccinarsi" presso gli hub vacicnali, evidenziando come nel centro "la situazione sta migliorando molto come numero di positivi, per questo sono molto ottimista sul fatto che a breve si possa aprire di più."

Anche Filippo Vergani, Sindaco di Varedo, va voluto esprimere la sua riconoscenza verso "Regione Lombardia, Ats, Anci Lombardia e Areu per aver organizzato questo camper che, con la collaborazione delle nostre pattuglie di vigili e di infermieri e medici, sta andando a casa dei cittadini varedesi allettati e quindi da persone impossibilitate a recarsi direttamente negli hub vaccinali. Quindi un'organizzazione importante che, speriamo, possa portare ulteriore bene a chi ne ha bisogno."

Nei due Comuni ha fatto visita Guido Bertolaso, Consulente del Presidente di Regione Lombardia per il coordinamento e l’attuazione del Piano vaccinale Covid 19, che ha fatto il punto sull'andamento della campagna.
Bertolaso ha osservato come "stiamo facendo sicuramente dei passi avanti molto importanti. Abbiamo messo il turbo in questi ultimi due mesi e quindi quelli che erano i problemi iniziali della campagna vaccinale in questa importantissima regione sono di fatto stati risolti. C'è una macchina organizzativa che funziona alla perfezione, soprattutto in considerazione di un bellissimo gioco di squadra fra tutte quelle che sono le coponenti, una squadra che comprende tutti i medici e il personale sanitario di tutte le strutture sanitarie e sociosanitarie presenti sul territorio, i medici di famiglia, le cooperative dei medici, e tutti quelli che sono i protagonisti di questa campagna, in particolare i sindaci, di tutti i Comuni, piccoli e grandi, e tutto lo straordinario mondo del volontariato, le forze dell'ordine e armate. Davvero un gioco di squadra molto importante."
Il commissario ha evidenziato che "di fatto oggi la Lombardia marcia con una media di 60/70mila vaccinazioni al giorno, marcia condizionata solo da quella che è la fornitura dei vaccini che purtroppo non sempre è così tempestiva e puntuale e massiccia come tutti noi avremmo voluto. Tuttativa abbiamo immaginato questo sistema che è come un arcipelago dove le isole principali sono i centri massivi, che abbiamo realizzato soprattutto nelle grandi fiere che sono presenti in ogni provincia o in location utili per vaccinare migliaia di persone ogni giorno. Poi non abbiamo dimenticato le piccole comunità presenti nelle valli e nelle zone più difficili da raggiungere, per cui dagli hub vaccinali partono dei mezzi che raggiungono anche quelle che sono le situazioni più lontane, e nello stesso tempo stiamo andando a vaccinare tutte quelle persone che non si muovono da casa. Con loro proprio abbiamo organizzato questo sistema di intervento sul posto attraverso le unità domiciliari organizzate dalle ATS e dalle ASST, che hanno medici professionisti e dipendenti ma anche medici volontari che organizzano la vaccinazione in loco, e anche questi sono numeri molto importanti. Abbiamo vaccinato oltre 20mila persone in queste condizioni ed entro la fine del mese di aprile saranno quindi vaccinati tutti."
Bertolaso ha concluso considerando che, a seguito del completamento delle vaccinazioni per le situazioni più complesse, "sarà la grande svolta per poi dedicarsi a coloro che sono in età di lavoro e che dovranno essere vaccinati per garantire anche la ripartenza economica e produttiva di questa regione."

ANCI Lombardia © 2021  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961