Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Accedi
NOTIZIE

CULTURA

Mobilitazione spettacolo, Anci Lombardia: Sostenere il lavoro di rete per la circuitazione teatrale

16 Aprile 2021

Replicare buone pratiche sui territori

TEMI: CULTURA

Nell'ambito della mobilitazione dei lavoratori del settore della cultura e dello spettacolo, che hanno portato al presidio permanente nel chiostro del Piccolo Teatro Grassi di Milano, Anci Lombardia ha partecipato all'incontro rivolto alle piccole e medie compagnie teatrali lombarde sul tema del mercato e della Circuitazione Teatrale.

Per l'Associazione dei Comuni lombardi è intervenuta Gianpiera Vismara, Coordinatrice del Dipartimento Cultura di Anci Lombardia: “Oltre due terzi dei Comuni lombardi hanno meno di 5000 abitanti, una caratteristica questa necessaria per capire l’azione che Anci Lombardia mette a loro disposizione, che è principalmente di sostegno”. Ha ricordato inoltre come a fronte dell’autonomia dei Comuni, l’azione di Anci Lombardia non possa convergere sul tema delle risorse che essi investono per la cultura, ma piuttosto sulla promozione e sostegno di reti in ambito culturale, tenendo presente il patrimonio comunale fatto spesso di musei, teatri ecc. 

“Oggi siamo nella fase di ripartenza e proprio in questo momento non si può pensare che il mondo della cultura e delle spettacolo, a livello locale, viva con le scarse risorse delle casse comunali messe a dura prova anche dalla pandemia. A questo proposito voglio ricordare l’esperienza dell’Art bonus e delle sponsorizzazioni che in Lombardia, più che in altre regioni, hanno sostenuto moltissimo il mondo della cultura. Certo i Comuni non possono soprassedere rispetto a una governance di loro competenza ed è per questo che una azione di rete è assolutamente auspicabile anche replicando quegli esempi di buone pratiche già esistenti. Vorrei ricordare, inoltre, che per il settore della scuola sono state stanziate risorse importanti per la ripartenza, con una voce specifica per le attività di recupero della socialità. In questo contesto, il mondo dello spettacolo potrebbe muoversi da protagonista”.

Gianpiera Vismara ha infine raccontato i progetti portati avanti da Anci Lombardia insieme a Regione, per coinvolgere i giovani in attività di cittadinanza attiva anche attraverso attività teatrali: “Siamo disponibili – ha detto - a sensibilizzare Regione a mettere a sistema queste azioni”. Tema fondamentale infine evidenziato da Vismara quello della necessità di formazione del personale addetto nei Comuni al fine di acquisire le necessarie competenze ad affrontare la valutazione delle proposte. 

All’incontro è intervenuta anche Valeria Brizzi, organizzatrice teatrale, che ha fatto il punto sulle problematiche del lavoro dello spettacolo dal vivo relativamente ai costi e la sostenibilità del settore a fronte anche dell'ultimo anno in cui tutto si e fermato e ha sottolineato la necessità di una misura per ristabilire un rapporto più equo tra risorse per la produzione e la distribuzione, e di puntare su una figura specifica da formare specificatamente per la distribuzione. 

Presente anche Nicolas Ceruti, presidente di Etre, che ha portato l'esperienza della rete di residenze artistiche nata grazie a un bando di Fondazione Cariplo, grazie al quale è stato possibile creare un luogo di confronto sulle diversità nei contesti territoriali. La rete nata come aggregazione di compagnie di produzione, ha implementato l’attività di scouting e delle programmazioni, ha poi subito una battuta d’arresto a causa della crisi finanziaria sopravvenuta a causa delle minori occasioni di spesa di Regione ed enti locali.

Tra i relatori anche Luisa Cuttini, direttore artistico del Circuito CLAPS della Lombardia, che ha introdotto il tema della multidisciplinarietà all'interno dei circuiti culturali. Il Circuito CLAPS, con ruolo di programmazione, sostiene tutt’oggi le produzioni artistiche con l’obiettivo di portarle in maniera capillare su tutto il territorio lombardo curando anche il rapporto con le amministrazioni.

 

ANCI Lombardia © 2022  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961