Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Accedi
NOTIZIE

INIZIATIVE

Mobilità elettrica, Guerra: I Comuni agiscano in rete, il rischio è un electric divide

30 Giugno 2020

L’intervento del Presidente di Anci Lombardia al Webinar organizzato da AnciComunicare

Il Presidente di Anci Lombardia Mauro Guerra ha partecipato questa mattina al webinar “La mobilità elettrica post Covid: il ruolo da protagonista e i benefici per i comuni” organizzato da AnciComunicare. Nel corso del suo intervento ha portato l’esperienza della Lombardia e ha posto questioni importanti sul tema a partire dall’patto sulla questione dell’emergenza climatica.

“Anci Lombardia – ha detto Guerra - è assolutamente interessata alla mobilità elettrica e alla sua progettualità che si accompagna alla questione degli investimenti infrastrutturali messi a disposizione anche da privati. Su questo tema la priorità è individuare obiettivi specifici”.

“La partita della mobilità elettrica è prioritaria e strettamente legata all’emergenza climatica e ai dati su inquinamento. In Lombardia per il suo sistema produttivo e per ragioni puramente morfologiche, purtroppo abbiamo zone con altissimi livelli di inquinamento, una situazione che abbiamo visto migliorare durante il lockdown dei mesi scorsi.  Uno studio effettuato da Arpa Lombardia per valutare la variazione delle emissioni dei principali inquinanti dovuta ai provvedimenti anti Covid-19 sul territorio regionale, ha mostrato un calo di emissioni  caratterizzato da concentrazioni di PM10 e PM2.5 complessivamente inferiori a quelle dell'anno precedente, confermando il trend in diminuzione. Sul tema dell’emergenza climatica l’alternativa elettrica rappresenta una scelta importante, soprattutto per gli enti locali”.

Il Presidente Guerra ha poi posto due questioni rilevanti. 

“Mentre stiamo ancora parlando di digital divide, dobbiamo lavorare perché al gap digitale che divide il nostro Paese non si aggiunga un “electric divide” perché è evidente come mentre nelle città più grandi dove ci sono più investimenti ci si sta attrezzando all’utilizzo di una mobilità elettrica, penso per esempio alla Città Metropolitana di Milano, ci sono realtà più piccole dove ancora il sistema non decolla, a parte qualche realtà con una vocazione turistica più spiccata. 

“Altro tema importante riguardante la mobilità elettrica è il rapporto con il trasporto pubblico e l’incentivazione dell’elettrico, anche se si imporrebbe una seria riflessione  sull’adeguatezza della nostra rete elettrica”. 

Da parte dei Comuni credo ci sia molto interesse, ma è necessario un approccio da parte dei Comuni non singolo ma attraverso una rete territoriale. Anci Lombardia sta già lavorando in questa direzione grazie allo strumento del network di progetto per permettere di condividere buone pratiche con la creazione di centri di competenza e assistenza a supporto dei Comuni”. 

ANCI Lombardia © 2020  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961