Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Accedi
NOTIZIE

covid-19

Spostamenti natalizi, Mauro Guerra Scrive a Conte affinchè si "possa aprire la strada a soluzioni e interpretazioni normative condivise"

11 Dicembre 2020

"Come Sindaci ci impegneremo, come abbiamo costantemente fatto in questi mesi, a sollecitare le nostre comunità alla responsabilità nel pieno rispetto delle disposizioni di volta in volta vigenti"

Il Presidente di Anci Lombardia Mauro Guerra ha scritto al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte evidenziando che "con l’emanazione del decreto legge n. 158 del 2 dicembre scorso, abbiamo subito segnalato l’esigenza di una riflessione riguardo al diverso impatto che avrebbe, nei giorni delle festività natalizie, il divieto di spostarsi al di fuori dei confini comunali". Guerra ha considerato come il territorio lombardo è "formato per oltre l’87% da centri con meno di 10 mila abitanti nei quali risiedono milioni di cittadini, e ben 777 Comuni hanno meno di 3000 abitanti. In questi centri il limite agli spostamenti ha spesso significato e ancora significa il venir meno di relazioni sociali e affettive, dell'unione delle famiglie, della possibilità di accedere ai luoghi della cultura e del culto, dell'accesso a servizi essenziali e alla rete commerciale." 

Il previsto blocco degli spostamenti nei giorni del Natale, scrive Guerra, "ha generato angoscia e sconforto in tante persone, anziane, fragili e non solo, nuclei familiari che sentirebbero il peso dei giorni festivi passati in solitudine. Magari anche attivando l’effetto controproducente di avere più spostamenti nei giorni precedenti, con convivenze forzate nelle stesse abitazioni per più giorni, invece che il solo giorno di Natale o di Capodanno."
Pertanto i Comuni hanno appreso "positivamente di una riflessione in corso", affinchè si "possa aprire la strada a soluzioni e interpretazioni normative condivise che sappiano garantire sia la sicurezza degli spostamenti, la massima cautela e responsabilità nel contrasto alla pandemia e la serenità dei cittadini, tenendo anche conto della vistosa differenza di condizione tra i residenti nelle grandi città e i residenti nei centri più piccoli."

Il Presidente di Anci Lombardia ha concluso il suo messaggio evidenziando che "come Sindaci ci impegneremo, come abbiamo costantemente fatto in questi mesi, a sollecitare le nostre comunità alla responsabilità nel pieno rispetto delle disposizioni di volta in volta vigenti."

ANCI Lombardia © 2021  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961