Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Accedi
NOTIZIE

DIRETTIVO

Direttivo Regionale ANCI Lombardia: confronto costruttivo sulla crescita dei Comuni

26 Aprile 2016

Nuova sede, protocolli e report della missione a Bruxelles al centro dell'incontro tenuto a Milano.

Si è tenuto questa mattina a Milano il Consiglio Direttivo Regionale di ANCI Lombardia, da cui sono emerse importanti novità.

Le prime interessano Ancitel Lombardia, società operativa di ANCI Lombardia: viene ufficializzato il trasferimento degli uffici di Ancitele e di Anci, dal 14 maggio 2016, nella nuova sede di via Rovello 2 e contestualmente viene annunciato il cambio di denominazione della società Ancitel in ANCI Lab. "Un'occasione per rendere sempre più stretto il rapporto tra Anci e la sua controllata al 100%", ha commentato il presidente di ANCI Lombardia Roberto Scanagatti.

Novità nei protocolli firmati con Regione Lombardia: innanzitutto, si conferma il rinnovo della misura Dote Comune, nata su iniziativa di Ancitel in particolare, che permette ai giovani di fare tirocinio presso i Comuni, dando poi a molti di loro di trovare una forma di stabilizzazione del loro rapporto di lavoro. "Il protocollo riprende per il 2016 le iniziative già intraprese e il presidente Maroni ha comunicato la volontà di firmarlo personalmente, a sostegno dell'iniziativa. "Siamo di fronte a una riconferma del modello adottato nel 2015: abbiamo 400mila euro per il segmento formativo, per promuovere attività  a disposizione sia dei giovani, sia dei cittadini over 50 inoccupati", ha spiegato Piera Vismara. Che ha aggiunto: "Se avremo la firma del presidente Maroni in tempi brevi, potremo emettere il primo bando entro maggio 2016".

Il secondo protocollo, promosso dalla Fondazione Patrimonio di Anci, istituisce un fondo immobiliare alimentato dagli immobili pubblici di Regione e Comune per la loro valorizzazione e alienazione. E' stato firmato nella scorsa settimana: "Adesso si tratta di entrare nel dettaglio e individuare immobili superiori ai 2 milioni di euro tra i Comuni lombardi"; ha spiegato il segretario Superti. Che ha aggiunto: "Abbiamo già disponibilità di immobili per circa 40 milioni di euro".

 

La missione a Bruxelles 5-7 aprile 2016

A Francesco Brandolino il compito di raccontare ai presenti i risultati della missione svolta a Bruxelles, per approfondire alcune tematiche che sono state al centro del lavoro del Dipartimento Europa di Anci Lombardia. "Si è proceduto innanzitutto alla verifica del processo a servizio dell'Area Vasta che scaturisce dalla collaborazione con l'Associazione Tecla e prevede il coinvolgimento del sistema delle autonomie locali per attrarre risorse e fondi diretti dell'Unione Europea: sono al via una serie di incontri territoriali per presentare in dettaglio la proposta di Anci.

La missione è stata anche l'occasione per prendere contatto con l'istituzione europea di riferimento, il Comitato delle Regioni, con cui si sono approfondite le capacità e le possibilità dei sistemi dei comuni per attrarre fondi e risorse".

Sul tema è intervenuto anche Matteo Bianchi: "La Lombardia è ben rappresentata e con la struttura permanente a Bruxelles, il comitato delle Regioni, possiamo fare un buon lavoro e anche operare in ottica di lobby territoriale per supportare il sistema delle autonomie territoriali della Lombardia".

 

ANCI Lombardia © 2021  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961