Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Accedi
CIRCOLARI

Circolare n. 757/2021

Decreto ministeriale delle variazioni percentuali dei prezzi dei materiali di costruzione in aumento o diminuzione nel primo semestre dell’anno 2021

24 Novembre 2021

Circolare n. 757/2021

Milano, 24 novembre 2021
Prot. n.2893/2021
Circolare n. 757/2021

Ai Signori
Sindaci
Assessori competenti
Segretari comunali
Responsabili di settore
Organi ANCI Lombardia

Oggetto: Decreto ministeriale delle variazioni percentuali dei prezzi dei materiali di costruzione in aumento o in diminuzione, verificatesi nel primo semestre dell’anno 2021.

In data 23 novembre 2021 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale (GU n. 279/2021) il Decreto Ministeriale che sancisce le variazioni percentuali, in aumento o in diminuzione, superiori all’8 per cento, verificatesi nel primo semestre dell’anno 2021, dei singoli prezzi dei materiali da costruzione più significativi (vedi allegato).

Nella tabella sono individuati i 36 materiali con scostamenti superiori alla soglia dell’8 % stabilita dal decreto sostegni bis (articolo 1-septies del Decreto-legge n. 73/2021), così come elaborate dal MIMS e approvate dalla Commissione consultiva centrale del rilevamento del costo dei materiali da costruzione.

Rispetto ai contenuti della tabella (vedi DM allegato) si evidenzia che Anci ha rilevato delle criticità sia rispetto ad alcuni valori economici di alcuni materiali riportati, sia nell’assenza di criteri e/o indicazioni attraverso i quali le imprese e le stazioni appaltanti dovranno attuare quanto indicato nel DM.

Ricordiamo infatti, così come indicato nel Decreto Sostegno-bis, che a seguito della pubblicazione in G.U. di cui in oggetto, si attivano i tempi dei 15 gg. (scadenza 8 dicembre 2021) per la presentazione alle stazioni appaltanti, delle istanze da parte delle imprese (per le sole opere contabilizzate nel primo semestre 2021). Le stazioni appaltanti dovranno perciò provvedere al pagamento dei relativi oneri, e qualora dovessero dichiarare di non disporre delle risorse sufficienti potranno usufruire dell’apposito Fondo costituito presso il MIMS con la dotazione di 100 milioni di euro.

Ciò detto, nel ribadire le criticità più sopra esposte, si conferma l’impegno di Anci Lombardia (che si coordina con i principali stakeholder del settore edilizio all’interno del Gruppo di Lavoro della Regione Lombardia del Prezzario delle opere) a ricercare delle soluzioni sui seguenti punti:

  • Copertura economica da parte dello Stato della seconda parte del semestre del 2021, con un incremento significativo del Fondo costituito presso il MIMS;
  • Predisposizione di un Decreto/Circolare ministeriale capace di indicare con precisione le modalità con le quali le imprese e le stazioni appaltanti dovranno gestire le singole istanze, proponendo/individuando delle modalità/soluzioni semplificate.

Sarà nostra cura, informarvi sugli ulteriori sviluppi in materia.

Cordiali saluti

Luca Veggian

Presidente Dipartimento Territorio, Lavori Pubblici, Edilizia di ANCI Lombardia  

Maurizio Cabras

Coordinatore Dipartimento Territorio, Lavori Pubblici, Edilizia di ANCI Lombardia  

 

Allegati

ANCI Lombardia © 2021  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961