Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Accedi
CIRCOLARI

Circolare n. 394/2020

Emergenza Coronavirus 256 - Aggiornamento su Centri estivi 2020

5 Giugno 2020

Circolare n. 394/2020

Milano 5 giugno 2020                   
Prot. n. 1631/2020
Circolare n. 394/2020     
Ai Signori  
Sindaci 
Assessori di competenza
Segretari Comunali 
Responsabili di settore 
Organi ANCI Lombardia 
LORO SEDI 

Oggetto: Aggiornamento su Centri estivi 2020 

Gentilissimi, 
continuano a pervenire ad ANCI Lombardia numerosi quesiti relativamente all’organizzazione dei centri estivi 2020, soprattutto in merito alla responsabilità civile e penale di Amministratori e Personale amministrativo dei Comuni che esamina e approva i progetti, sul ruolo delle ATS, sul tema delle risorse e sulla necessità di un protocollo regionale per definire funzioni e competenze dei vari soggetti coinvolti.

In merito al tema “risorse”, i Comuni chiedono maggiori dettagli circa l’importo che verrà loro assegnato in base all’art. 105 del Decreto Rilancio.
A priori l’importo spettante a ciascun Comune è difficilmente definibile in quanto, per la quantificazione del finanziamento ai Comuni, è necessario attendere un decreto, che verrà emanato a seguito di un’intesa in Conferenza Unificata.
In proposito è stata predisposta una scheda di rilevazione, consultabile sul sito www.anci.lombardia.it / Sezione Circolari, che Regione Lombardia ha già inviato in data odierna ai Comuni e che va compilata e inviata entro mercoledì 10 giugno 2020 all’indirizzo centriestivi@regione.lombardia.it e, per conoscenza, a emergenze@anci.lombardia.it, precisando l’interesse ad attivare i servizi di cui al comma 1, lettera a) dell’art. 105 citato. Sullo stesso sito è consultabile la relativa circolare di Regione Lombardia.

Sul tema “Centri estivi” ANCI Lombardia è impegnata da tempo e su più fronti e ha svolto un intenso ruolo di sollecitazione verso gli Organi competenti e di interlocuzione / coordinamento con gli stakeholder regionali. Con essi, in particolare con i referenti regionali del Terzo settore, degli Oratori lombardi, della FISM Lombardia e delle Organizzazioni sindacali, si è concordata una linea tesa a comporre una grande alleanza educativa, per dare le risposte attese da minori e famiglie, soprattutto in vista della Fase 2 dell’emergenza sanitaria COVID-19, che prevedeva la progressiva riapertura dei servizi e dei luoghi di lavoro, con la necessità di iniziative per la cura e l’accudimento dei minori.
Sono diverse le iniziative e i contatti che ANCI Lombardia ha assunto, a livello nazionale e regionale, nei confronti di Regione Lombardia, della Prefettura, dell’INAIL e dei Ministeri, chiedendo ripetutamente risposte ai quesiti posti dai Comuni.
Sono stati organizzati incontri in videoconferenza e in presenza, anche per garantire interpretazioni univoche delle norme e comportamenti omogenei su tutto il territorio regionale. Registriamo tuttavia che in molte zone sono state assunte iniziative autonome, in quanto alcuni Comuni si sono relazionati direttamente con le ATS territoriali e, quindi, si è giunti inevitabilmente a soluzioni diversificate, valide per il proprio territorio, ma difficilmente trasferibili ad altre zone.
Molti Comuni ci chiedono anche quali iniziative siano state assunte da ANCI Lombardia sul tema “centri estivi” e, per offrire lo scenario della opportunità create, si ritiene doveroso riepilogare le tappe principali del percorso svolto nelle ultime settimane (v. Allegato 1, consultabile sul sito www.anci.lombardia.it / Sezione Circolari).

Inoltre restiamo in attesa di disposizioni in merito all’estensione dei servizi per i bambini di età dagli 0 ai 3 anni, a seguito del parere espresso dal Comitato Tecnico-scientifico, consultabile sul sito citato.
Riteniamo che il costante aggiornamento della situazione sia necessario e utile ed intendiamo proseguire nella nostra attività, anche se avremmo auspicato risposte più puntuali e tempestive da parte degli enti regionali e nazionali
Alla luce dei provvedimenti emessi possiamo affermare che qualche risultato è stato raggiunto ma, in merito alle questioni più delicate poste dai Comuni, in sostanza si è lasciata al Comune la responsabilità della decisione e delle relative conseguenze.
In proposito, ha sollecitato ancora Regione Lombardia affinché le linee guida emesse con l’Ordinanza n. 555 del 29 maggio 2020 siano declinate con maggior precisione e con più attenzione al ruolo delle ATS, considerata la natura sanitaria dell’emergenza in corso.

Abbiamo inoltre chiesto a Regione di rispondere ai numerosi quesiti che ancora pervengono dai Comuni in merito alle linee guida regionale e di predisporre delle FAQ, dandone adeguata pubblicità, in modo da fornire indicazioni operative e concrete a chi intende procedere con l’organizzazione dei centri estivi, anche per quanto riguarda gli aspetti procedurali e amministrativi.
A tutt’oggi siamo in attesa di disposizioni in merito alla programmazione educativa e scolastica per il 2020/21. Assicuriamo di darne immediatamente informazione, non appena in possesso di elementi utili e dati certi.
In proposito ANCI Lombardia intende organizzare un terzo webinar, per fornire ai Comuni le indicazioni necessarie ad un avvio di anno scolastico che sia il più regolare possibile.

Cordiali saluti
Loredana Poli
Presidente Dipartimento Istruzione di Anci Lombardia

ANCI Lombardia © 2021  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961