Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Accedi
CIRCOLARI

Circolare n. 187/2020

Emergenza Coronavirus 75 - Circolare Ministero dell'interno su DPCM 22 marzo 2020

28 Marzo 2020

Circolare n. 187/2020

Milano, 28 marzo 2020
Circolare n. 187/2020
Ai Sindaci
Segretari Comunali
Comuni della Lombardia
Organi Anci Lombardia
LORO SEDI

Oggetto: Emergenza Coronavirus 75 - Circolare Ministero dell'interno su DPCM 22 marzo 2020

Gentilissimi,
in allegato trasmettiamo due circolari del Ministero dell’Interno.

La circolare prot. 557 inviata ai Prefetti il 26 marzo che reca chiarimenti sulle disposizioni contenute nel DPCM 22 marzo. 
In particolare, dopo aver richiamato i contenuti del DPCM, fornisce indicazioni sui seguenti temi:
Le esclusioni riguardanti i settori sottoposti alla legislazione di pubblica sicurezza individuati dall’allegato 1 del DPCM 22 marzo 2020;
Le autorizzazioni alla prosecuzione delle attività funzionali ad assicurare la continuità delle attività di cui all’allegato 1 dei servizi di pubblica utilità e dei servizi pubblici essenziali;
Le attività degli impianti a ciclo produttivo continuo;
Le attività dell’industria dell’aerospazio e della difesa, nonché altre attività di rilevanza strategica per l’economia nazionale.
Infine, la circolare prevede che i Prefetti informino delle comunicazioni ricevute, delle autorizzazioni rilasciare e dei provvedimenti sospensivi adottati i Questori e i Comandanti di livello provinciale dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza e fornisce alcune indicazioni sull’attività di monitoraggio sull’effettiva applicazione delle disposizioni.
Nella circolare del Ministero ai Prefetti si richiama anche una loro possibile valutazione su eventuali deroghe su attività, oltre quelle strettamente previste, che comunque rispondano ai criteri di ordine generale. 

La circolare prot. 15350 del 26 marzo fornisce indicazioni sulle nuove disposizioni introdotte dal nuovo Dl Covid Sanzioni. e, in particolare, riporta che il prefetto ha il potere di imporre, per la durata dell’emergenza, lo svolgimento delle attività che non sono oggetto di provvedimenti di sospensione in base alla nuova normativa, e delle quali sia assolutamente necessario assicurare l'effettività e la pubblica utilità. Inoltre, le Regioni e i Comuni potranno disporre prescrizioni più restrittive rispetto a quelle statali, negli ambiti di loro competenza, senza però incidere sulle attività di rilevanza strategica per l’economia nazionale. Si segnala anche che i Sindaci non possono adottare ordinanze urgenti dirette a fronteggiare l’emergenza, in contrasto con le misure statali.

Cordiali Saluti
Rinaldo Mario Redaelli
Segretario Generale di Anci Lombardia

ANCI Lombardia © 2022  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961