Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE EUROPA

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Area riservata
NOTIZIE

DIRETTIVO

Rinaldo Redaelli è il nuovo Segretario Generale di Anci Lombardia. Longoni Vice Segretario

12 Luglio 2018

Tanti i fronti aperti: autonomia, riordino, semplificazione.

Si è aperto con la nomina di Rinaldo Redaelli a Segretario Generale di Anci Lombardia, il Consiglio Direttivo Regionale convocato il 12 luglio nella Casa dei Comuni di via Rovello 2 a Milano. Una nomina all'unanimità, che ha visto innanzitutto il plauso del Presidente di Anci Lombardia, Virginio Brivio: "La figura di Redaelli permetterà all'Associazione di lavorare con continuità lungo il percorso sin qui intrapreso e grazie all'esperienza maturata, il nuovo Segretario potrà fare sempre meglio, puntando anche al riassetto complessivo dei dipartimenti per garantire una operatività piena e completa". Redaelli, che avrà come vice Egidio Longoni, ha ringraziato per la fiducia, commosso ed emozionato: "Sono un uomo di poche parole, ma di molti fatti. Mi impegnerò, con la collaborazione dei colleghi e grazie a quanto appreso dai segretari che mi hanno preceduto, per lavorare a una relazione sempre più fattiva con i nostri interlocutori". In particolare, con Regione Lombardia. E proprio l'ex Segretario Generale, Pierattilio Superti - oggi vicario segretario generale di Regione Lombardia, ha voluto essere presente a questo passaggio di consegne e ha ricordato quali sono i principali fronti su cui Regione Lombardia intende lavorare, sempre in stretta relazione con il mondo dei Comuni: il ridisegno del riordino territoriale, innanzitutto, con particolare attenzione al ruolo delle Province; l'autonomia, tema sul quale è fondamentale mantenere aperto il dialogo con il Governo e la semplificazione, fronte sul quale sarà necessario definire un piano specifico di approfondimento per settore. "La scelta di Redaelli è la più giusta - ha poi commentato Superti - e a lui va il mio augurio di continuare a costruire un'Associazione sempre più in grado di produrre contenuti e contributi originali ". Il rafforzamento del ruolo di Anci Lombardia passerà anche attraverso un incremento del personale in particolare, per i temi finanziari, di processi di autonomia e di riordino istituzionale e - così si augura Brivio - di sperimentazioni e innovazione dei servizi per i Comuni.

Maffè: grave e inaccettabile la ripartizione dei fondi per i disabili
Entrando nel merito dei temi all'ordine del giorno del Consiglio Direttivo, è stato Pier Franco Maffè, Presidente del Dipartimento Istruzione di Anci Lombardia a prendere la parola, evidenziando che per il 2018 sono stati stanziati - come nel 2017 - 75 milioni di euro per l'assistenza ai disabili nelle scuole secondarie. Il che comporta l'assegnazione alla Lombardia di circa 10.768 milioni di euro, cifra calcolata in proporzione al numero di disabili esistenti. Il problema? Nel 2017 alla Lombardia erano arrivati circa 3 milioni in più, stavolta "scomparsi" per non aver tenuto conto, evidentemente, di tutta la rete di assistenza che ruota intorno ai disabili e va ben al di là del singolo individuo. "Si tratta di un fatto grave e inaccettabile", ha spiegato Maffè, che ha chiesto si continui ad approfondire il tema. Sempre Maffè ha evidenziato che il Fondo 0-6 ha messo a disposizione 15 milioni di euro per il 2018 e 30 milioni di euro per il 2019, "finendo così con il premiare, ancora una volta, chi ha fatto meno degli altri. Chiedo quindi che si verifichi come vengono spesi questi fondi e che il Consiglio emetta un parere contrario al criterio di ripartizione".

Nel PRS, manca la mobilità sostenibile. Avanti con #liberiamoisindaci
Il PRS, tema complesso sul quale occorre ancora definire schede di sintesi complete dopo la sua approvazione, evidenzia intanto la mancanza di attenzione a un tema importante, la mobilità sostenibile, del quale si è chiesta invece l'integrazione.
Prosegue a pieno ritmo, la diffusione della proposta di legge #liberiamoisindaci, che chiede più libertà operativa per i sindaci: il Consiglio invita a una comunicazione sempre più puntuale, facendo tuttavia attenzione a non interpretare la richiesta di maggiore libertà operativa con la creazione di una zona franca per l'operato dei primi cittadini.

Educazione alla cittadinanza, una proposta per renderla obbligatoria
Il Consiglio ha discusso e approvato il sostegno alla campagna promozionale per la raccolta di firme, attivata dal Presidente di ANCI, Antonio Decaro e dal Sindaco di Firenze, Dario Nardella, per introdurre l’ora di Educazione alla Cittadinanza come materia curriculare nelle scuole di ogni ordine di grado. L’obiettivo è quello di far crescere nelle nuove generazioni il senso di appartenenza alla comunità, che è la base del vivere civile e solidale. L’ora di Educazione alla Cittadinanza, oltre a far conoscere i principi costituzionali, investirà su un aumento di consapevolezza rispetto ai beni di tutti e rispetto alle norme comportamentali. La campagna di raccolta firme inizierà in tutta Italia il prossimo 20 luglio e sarà anche l’occasione per illustrare la proposta di legge di iniziativa popolare depositata lo scorso 14 giugno dal Presidente di ANCI e da una delegazione di Sindaci, presso la Corte di Cassazione. ANCI Lombardia ha invitato tutti gli Amministratori Comunali ad allestire banchetti e gazebo per la raccolta delle firme, organizzando eventi e manifestazioni per coinvolgere più gente possibile.

Nidi Gratis: luglio e agosto mesi utili per attivare le procedure telematiche
Nessuna novità sostanziale per la misura Nidi Gratis - riconfermata - ad eccezione della necessità per le famiglie di accedere alla procedura di partecipazione su Siage, con tessera sanitaria o con SPID: necessità alla quale potranno provvedere nei mesi di luglio e agosto, prima di procedere all'iscrizione, dal mese di settembre.

Nutrie: emergenza non più trascurabile
Accorati, infine, gli appelli dei sindaci presenti perchè si faccia sistema contro l'emergenza nutrie. Dopo il primo Tavolo tematico riunito il 9 luglio in Regione, sono stati stanziati fondi aggiuntivi e si è richiesto l'intervento del Ministro Centinaio, per un'azione concreta a supporto di un problema che ha ormai raggiunto dimensioni nazionali.

(Valeria Volponi)

ANCI Lombardia © 2018  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961