Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE EUROPA

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Area riservata
NOTIZIE

Enti locali

Assemblea Anci giovani Lombardia, Zappalà: "pensare a un quadro regionale che si confronta con l'Europa"

19 Gennaio 2018

Brivio: "fondamentale lo "scambio di battute tra amministratori di generazioni diverse"

"A metà del nostro mandato ci sembra importante dare il nostro contributo alla elaborazione di proposte politiche" evidenzia Irene Zappalà, Presidente della Consulta Anci Giovani Lombardia, in apertura della terza Assemblea regionale che si è tenuta oggi a Milano. 
Da questo punto di vista, per Zappalà, lo sguardo degli amministratori under 35 può servire a pensare un quadro regionale che "va oltre il confine nazionale e che si confronta con l'Europa".

L'orizzonte in cui questa elaborazione può avvenire l'ha tracciato il Presidente del Consiglio regionale lombardo, Raffaele Cattaneo, per il quale "i 4193 giovani amministratori lombardi smentiscono l'idea che i giovani non si interessano alla cosa pubblica". Per impegnarsi nella politica però "i giovani devono farlo con grande umiltà e con la fatica di approfondire e apprendere" il ruolo di amministratore lungo 3 direttrici: responsabilità, sussidiarietà e autonomia, perchè "non ci si può limitare a rivendicare con il cuore in fiamme ciò che si vuole". 

Lamberto Bertolè, presidente Consiglio Comunale di Milano, ha continuato evidenziando come "la cosidetta crisi delle assemblee rappresentative non riguarda solo i consigli comunali e regionali o il parlamento, ma ha a che fare con una più ampia questione democratica", pertanto "la presenza di una assemblea di giovani amministratori deve vederci impegnati nella elaborazione di proposte su questo tema".

Per il Presidente di Anci Lombardia, Virginio Brivio, è fondamentale lo "scambio di battute tra amministratori di generazioni diverse, perché così torniamo ad appassionarci affinchè la politica sia più forte". Secondo il Sindaco di Lecco "la politica è ciò che ancora mette in gioco i cittadini nella gestione della cosa pubblica, attraverso le elezioni, ed è chiamata a rendere conto in maniera pubblica delle decisioni che pratica", pertanto "il lavoro degli amministratori, e in particolare di quelli giovani, non deve essere solo la gestione del quotidiano, ma anche il pensare alla progettazione del futuro".

All'evento era presente anche il Vicepresidente di Anci, Matteo Bianchi, per il quale "è oltremodo importante il ruolo di Anci giovani per far cogliere nuove prospettive ad Anci nel suo impegno volto a riunire osservazioni e aspettative dei Comuni da presentare al confronto con le istituzioni e il Governo"; inoltre "Anci e Anci Giovani possono mettere in contatto amministratori di colore politico diverso e questo è un elemento in grado di aumentare la nostra responsabilità".

Dalla Consulta sono quindi intervenuti Valentina Ceruti di Villa d'Almè, che ha sottolineato l'impegno in chiave europea che ha caratterizzato i lavori dell'organismo nel 2017; Andrea Rozzoni di Arcene, per il quale i giovani amministratori "costruiranno insieme il Comune del futuro" e Alfio Catania di San Giuliano Milanese che ha ricordato come grazie alla Consulta "abbiamo l'occasione per formarci e approfondire le nostre conoscenze". (LS)

ANCI Lombardia © 2018  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961