Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE EUROPA

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Area riservata
NOTIZIE

Enti locali

Consulta Città medie: "Alle Province il ruolo di pianificazione strategica già consegnato alle Città Metropolitane"

9 Novembre 2018

Evento a Bari con i rappresentanti delle città

“La mia esperienza di sindaco metropolitano mi ha insegnato che la cooperazione funziona. A Bari i quaranta sindaci dell’area metropolitana hanno lavorato insieme alla pianificazione strategia del territorio. Dobbiamo cercare di fare sintesi su un tema importante come quello delle Province. Sono convinto che debbano avere la stessa capacità di pianificazione territoriale riconosciuta alle Città metropolitane, soprattutto su temi importanti come quello dell’acqua, dell’energia e della gestione dei rifiuti”. È la prospettiva che il presidente dell’Anci e sindaco di Bari Antonio Decaro ha consegnato ai sindaci delle città medie durante la riunione della Consulta che si è svolta questa mattina in Anci.
Nel corso dei lavori, presieduti dal sindaco di Sassari e coordinatore nazionale della Consulta, Nicola Sanna, il presidente Decaro ha fatto un passaggio anche sulla questione del mantenimento dell’elezione di secondo livello per le Province: “Tornare all'elezione diretta significa tornare alla costituzione di un altro ente, che verrebbe percepito lontano dalle esigenze del territorio e dei sindaci. Le Città metropolitane sono ormai diventate una sorta di ‘consorzio’ di Comuni”.
Il dibattito è proseguito con l’intervento del sindaco Sanna che ha rimarcato la necessità di far in modo che le città capoluogo possano “riconquistare un ruolo centrale nell’ambito della riforma delle Province, che è rimasta monca in questi anni. In particolare, dalla Consulta di oggi nasce l’idea che le città capoluogo di provincia siano il coordinamento di un’area vasta, perché le Province diventino ‘città territorio’ gestite da sindaci”. 
Una posizione condivisa, tra gli altri, anche dalle città di Livorno, Arezzo, Cuneo, Campobasso, Cosenza, Viterbo, Latina, Pavia, Rieti e Parma, intervenuti ai lavori, che hanno posto sul tavolo del dibattito anche la necessaria questione della dotazione di risorse economiche ed umane per rispondere in maniera efficace e concreta alle istanze dei cittadini. 
L’incontro si è concluso con la nomina di vice coordinatore nazionale della Consulta del sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli.

ANCI Lombardia © 2018  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961