Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE EUROPA

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Area riservata
NOTIZIE

EUROPA

M'illumino d'Erasmus

4 Maggio 2017

Novanta Comuni si coloreranno di blu nella giornata dell'Europa

“Questo è stato un anno di ricorrenze importanti per l’Europa: dopo i 60 anni dei trattati di Roma a marzo, il 9 maggio è la volta dei 30 anni del programma Erasmus, il programma di mobilità studentesca che dal 1987 ha formato in generazioni di giovani una consapevolezza di popolo europeo. Dal 2014 Erasmus, diventato Erasmus +, ha visto protagonisti anche più di cento Comuni che hanno beneficiato dei fondi per il settore Giovani con 88 progetti, equamente ripartiti tra Nord (41%), Sud (25%), Centro (13%) e isole (22%) finanziando il servizio volontario europeo, azioni di dialogo strutturato con i giovani, progetti di partecipazione attiva e promozione della cittadinanza europea”. Lo ha detto il presidente dell’Anci e sindaco di Bari Antonio Decaro presentando alla stampa, insieme con la sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi e al presidente dell'Agenzia nazionale per i giovani, Giacomo D'Arrigo, l'iniziativa “M’illumino d’Erasmus” (la fotogallery): tutti i Comuni d'Italia sono invitati a illuminare un monumento simbolo della città con il logo del programma Erasmus+, nel giorno della Festa dell'Europa, il prossimo 9 maggio. "Iniziativa - ha sottolineato Decaro - che sta molto a cuore all’Associazione dei Comuni italiani, impegnata a far conoscere alle amministrazioni locali le opportunità che l’Europa offre". Novanta Comuni hanno finora accolto l'invito. 
“Per queste ricorrenze – ha detto il presidente Anci - abbiamo selezionato, con il dipartimento per le Politiche europee della presidenza del Consiglio dei ministri e con il comitato delle regioni, 25 giovani amministratori, tutti al di sotto dei 36 anni, che avranno il ruolo di organizzare l’evento celebrativo nel proprio Comune diventando gli ambasciatori d’Europa, la spinta propulsiva di cui abbiamo bisogno”.
In tal senso, “crediamo si dovrebbe incentivare l’Erasmus per amministratori locali e regionali” ha sottolineato il presidente dell’Anci ricordando che “è un progetto pilota di alta formazione politica riservato a 100 giovani provenienti da tutta Europa e che siamo convinti debba essere promosso a programma strutturale anche per accorciare le distanze tra istituzioni”.
Riportando poi l’attenzione sul territorio, Decaro ha messo l’accento su due “buone pratiche”, esempio di come si possano ottenere grandi risultati mettendo a sistema le risorse e investendo nei progetti giusti. “Ad Alonte, in provincia di Vicenza, il sindaco ventitreenne e la sua amministrazione potranno stimolare il processo di europeizzazione del territorio con un progetto di scambio che coinvolgerà 41 ragazzi provenienti da Italia, Portogallo, Repubblica ceca, Ungheria, Grecia. Adopereranno la street art come strumento di valorizzazione di spazi dismessi con l’idea di incentivare il processo di emancipazione di alcuni territori, utilizzando forme artistiche care ai giovani; a Latronico, in provincia di Potenza, il progetto di scambio coinvolgerà, invece, 16 ragazzi, italiani e russi, e la città di Nizhny Novgorod. I partecipanti esploreranno reciprocamente i territori in un dialogo tra natura e contesto urbano, che sarà letto attraverso foto e un’indagine sociologica”.
“Ci sono quindi molte buone ragioni per raccogliere l’invito che ci hanno rivolto l’Agenzia nazionale per i Giovani, Indire e Inapp, a 'illuminare di Erasmus' le nostre città – ha concluso Decaro -. Il 9 maggio, festa dell’Europa, ricorderemo la famosa dichiarazione Schuman, atto di nascita dell'Unione. Perché non dimentichiamo l'Europa diffidente e ferita delle frontiere chiuse e presidiate nella quale vivevamo solo alcuni decenni fa. Perché sappiamo che incredibile conquista sia stata un continente in cui si sperimenta la libera circolazione di uomini e merci. E crediamo sia importante far maturare coscienza e cittadinanza europea anche nei giovani”. (com)

ANCI Lombardia © 2017  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961