Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE EUROPA

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Area riservata
CIRCOLARI

Circolare n. 199/18

Comunicazioni Dipartimento Istruzione di ANCI Lombardia

2 Luglio 2018

Circolare n. 199/18

Milano, 2 luglio 2018
Prot. n. 199/18
Circolare n. 199/18           
Al sig. SINDACO
Al sig.    ASSESSORE all’Istruzione
Al sig. RESPONSABILE Ufficio Scuola
Comuni della Lombardia
LORO SEDI

Oggetto: Comunicazioni Dipartimento Istruzione di ANCI Lombardia

1. Organizzazione della rete scolastica
Come previsto dal Decreto Legislativo n. 112/98, art. 139, la competenza in materia di dimensionamento delle istituzioni scolastiche è posta in capo agli Enti locali, in particolare ai Comuni per le scuole del primo ciclo di istruzione e alle Province per il secondo.
Sul BURL n. 26 del 25 giugno 2018 è stata pubblicata la DGR n. 227 del 18 giugno 2018, contenente le “Indicazioni per il completamento delle attività connesse all’organizzazione della rete scolastica e alla definizione dell’offerta formativa e termini per la presentazione dei Piani provinciali 2019/20”.
Anzitutto si precisa che le iniziative regionali di valorizzazione della rete scolastica del primo ciclo, anche di carattere finanziario, saranno rivolte esclusivamente al modello dell’Istituto Comprensivo. Pertanto i Comuni interessati a modificare l’attuale assetto del dimensionamento scolastico sono invitati a procedere per tempo, acquisendo anche i pareri delle scuole (obbligatori ma non vincolanti) e a inviare le proposte in Provincia.
Entro il 31 ottobre 2018 le Amministrazioni Provinciali invieranno in Regione i Piani afferenti alla programmazione del dimensionamento della rete scolastica e dell’offerta formativa per l’anno scolastico 2019/20.
Il termine per la trasmissione di richieste di correzione e rettifiche da apportare al Piano regionale 2019/20 è fissato al 4 gennaio 2019.
L’obiettivo delle operazioni è lo sviluppo dei presupposti affinchè la scuola sia:
a. adeguata ed attuale rispetto alle prioritarie esigenze educative e formative, tenendo conto delle innovazioni dal momento e dal contesto;
b. nodo di una rete culturale e sociale che si estende a tutta la comunità in tutti i momenti della giornata, per costituire il motore ed il riferimento del territorio e del sistema sociale ed imprenditoriale.

2. Edilizia scolastica
Sul medesimo BURL del 25 giugno 2018 è stata pubblicata la DGR n. 228 del 18 giugno 2018, con cui la Regione Lombardia ha individuato i criteri relativi all’adeguamento antincendio, con l’obiettivo di ottenere la relativa certificazione.
Per l’anno 2018 il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca ha stanziato € 0,750 mld a livello nazionale, che saranno poi ripartiti tra le Regioni. I contributi verranno concessi agli Enti locali con apposito decreto di riparto del MIUR, sino ad esaurimento della quota annua assegnata a Regione Lombardia.
La pubblicazione del relativo avviso regionale è prevista per la metà di luglio 2018. In merito, ANCI Lombardia informerà immediatamente i Comuni.

3. Scuole Paritarie
I Comuni titolari di Scuole Paritarie sono invitati a prendere visione della nota diramata in data 29 giugno 2018 dall’Ufficio Scolastico Regionale Prot. n. 14645, relativa alle procedure da attivare per l’invio della dichiarazione sostitutiva, ai fini della corresponsione dei contributi statali per l’anno scolastico 2017/18.
Tale dichiarazione va inviata entro il 16 luglio 2018, attraverso la piattaforma Share Point. Le istruzioni sono precisate nella nota citata. 
Per ulteriori chiarimenti tel. Ufficio Scolastico Regionale n. 02.574627325.

4. Programmazione servizi scolastici - Anno scolastico 2018/19
A seguito dell’abrogazione della Legge Regionale n. 31/80 sul Diritto allo studio, avvenuta con la Legge di semplificazione 2017, numerosi Comuni si stanno rivolgendo ad ANCI Lombardia per avere indicazioni in merito alle modalità di impostazione della programmazione dei servizi in vista del prossimo anno scolastico.
In proposito si precisa che ANCI Lombardia, all’indomani delle elezioni regionali, si è subito attivata per segnalare alla Regione una serie di argomenti da approfondire (Diritto allo studio, Inclusione scolastica, Sistema 0-6 anni, Edilizia scolastica, Vaccini, Autonomia) e di difficoltà esistenti per i Comuni dovute prioritariamente a:
a. Necessità di regolamentare a livello regionale la materia del diritto allo studio, viste le rilevanti implicazioni dei servizi mensa, trasporto scolastico e assistenza all’handicap sulla qualità della scuola (la Legge di semplificazione 2017 ha fatto decadere  anche i regolamenti regionali attuativi della LR 31/80);
b. Necessità di avere indicazioni in merito alla programmazione di servizi scolastici di cui usufruiscono alunni non residenti nel Comune ove è ubicata la scuola frequentata;
c. Necessità di avere informazioni relative alla gestione del servizi relativi al sistema 0-6 anni, in attuazione del Decreto Legislativo n. 65/2017;
d. Attivazione delle procedure per l’assistenza educativa e il trasporto scolastico degli alunni con disabilità che frequentano scuole superiori.
Mentre la Regione ha già fornito indicazioni per l’assistenza e il trasporto disabili, anche sensoriali, a tutt’oggi non vi sono indicazioni per le altre problematiche citate.
Ai fini della programmazione dei servizi scolastici, si ritiene che ogni Comune dovrebbe dotarsi di uno strumento di Pianificazione, come avveniva in passato, assumendo come riferimento la L.R. n. 19/2007.
Pertanto si invitano i Comuni a procedere comunque con l’elaborazione di un Piano per il Diritto allo studio,  considerando che ogni scuola ha completato la fase di approvazione della programmazione educativa e didattica e che sono noti tutti gli elementi utili all’avvio delle lezioni e dei servizi scolastici (numero alunni iscritti, necessità di locali e attrezzature, organico docenti, progetti da attivare, servizi integrativi di pre- e post scuola, ecc.).
Per quanto riguarda il sistema 0-6 anni, molti Comuni chiedono se si conoscano già i criteri di riparto dei fondi 2018 di cui al Decreto n. 65/2017. Ad oggi non vi sono informazioni. Ricordiamo che i criteri vanno definiti in sede di Conferenza Unificata e che, per l’anno 2017, la Conferenza li approvò in data 2 novembre 2017.
Per i servizi educativi relativi alla fascia 3-6 anni e Sezioni Primavera, ANCI Lombardia suggerisce di avviare tutti i contatti utili a garantire l’avvio delle attività educative anche avvalendosi della collaborazione con le Scuole Paritarie del sistema integrato, considerando che l’obiettivo di tutti è la fornitura del servizio agli alunni e alle loro famiglie e che il Decreto n. 65/2017 fornisce già orientamenti per ampliare l’offerta educativa (Coordinamenti pedagogici territoriali, formazione docenti, ecc.).
Inoltre, in attesa di disposizioni regionali, nel caso di avvio di servizi di cui usufruiscono alunni non residenti, si propone di seguire la logica già utilizzata per i libri di testo, cioè di porre a carico del Comune di residenza dell’alunno le eventuali spese sostenute dal Comune ospitante.
Infine, per quanto riguarda l’attivazione di Sezioni Primavera, in attesa di disposizioni ufficiali ANCI Lombardia ha concordato con l’Ufficio Scolastico Regionale che venga applicata la normativa utilizzata l’anno scorso.
Si invitano inoltre gli Amministratori locali a raccordarsi in modo sistematico con gli altri Comuni del territorio, in modo da quantificare la domanda, garantire un’offerta educativa e di servizi il più possibile condivisa e coprogrammata, ottimizzare i risultati, razionalizzare gli interventi e ridurre le spese.
Si assicura che l’Associazione scrivente aggiornerà immediatamente i Comuni non appena in possesso di maggiori informazioni in merito alle problematiche evidenziate.

Cordiali saluti.
Pier Franco Maffè
Presidente Istruzione  di Anci Lombardia

ANCI Lombardia © 2018  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961