Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE EUROPA

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Area riservata
NOTIZIE

BILANCIO SOCIALE

Al fianco dei Comuni colpiti dal sisma

9 Gennaio 2017

Progetto sisma e supporto alle procedure di ricostruzione

Progetto sisma e supporto alle procedure di ricostruzione

Risultati:

47 Comuni coinvolti nel progetto Sisma Mantova
Oltre 170 incontri realizzati con la Struttura Commissariale, LIspa e i Comuni interessati
100 risposte fornite ai quesiti dei Comuni
Da febbraio 2016 ANCI Lombardia segue anche il processo di istituzione della Zona Franca Urbana, su cui è stato promosso un incontro informativo con operatori del settore, commercialisti, Ministeri ed Agenzia delle entrate

Dopo il sisma che ha colpito nel 2012 il mantovano, Anci Lombardia ha affiancato la struttura commissariale della Regione nei rapporti con i Comuni per supportare gli uffici nell’applicazione delle norme che disciplinano la ricostruzione. All’indomani del terremoto, inoltre, Anci Lombardia ha lanciato la campagna “Adotta un Comune” che ha portato, come testimoniato da numerosi sindaci della zona, a immediati e positivi risultati.

Un primo aspetto affrontato dal legislatore nazionale, oltre ai finanziamenti stanziati a cui sono seguiti gli aiuti di Regione Lombardia, è stato l’aiuto ai Comuni per affrontare la mole di lavoro nata dalla presentazione di istanze da parte dei privati (cittadini e imprese) per accedere ai contributi. Per rispondere a questa esigenza, Anci Lombardia ha fornito supporto giuridico-amministrativo, organizzativo e procedurale.

Nella fase iniziale la ricostruzione si è rifatta ai principi che furono alla base del modello di ricostruzione, considerato il più efficiente, legato al sisma del Friuli Venezia Giulia del 1976: ruolo centrale dei Comuni e priorità negli interventi alle strutture private. Nei primi mesi successivi al sisma l’attenzione delle Amministrazioni è stata comunque rivolta anche agli edifici pubblici, per i quali sono stati avviati i primi interventi già all’indomani del terremoto grazie ai Fondi di solidarietà dell’Unione Europea.
Nell’ultimo periodo, con il decreto Enti locali e la legge di stabilità 2016, al comparto pubblico sono stati destinati fondi consistenti per la ricostruzione. In questo contesto si inserisce l’ordinanza n. 209 del marzo 2016 con cui il Commissario Delegato ha messo a punto uno strumento unico di pianificazione degli interventi per la ricostruzione degli immobili pubblici e degli edifici a uso pubblico, con cui si dà attuazione al Piano della Ricostruzione previsto dal D.L. 74 del 2012. Questo strumento nasce dall’accorpamento di più ordinanze che avevano affrontato temi specifici nell’immediata emergenza.
I progetti finanziati riportati nell’ordinanza sono 34 e interessano 15 municipi, 6 scuole e 13 chiese. Di questi interventi sono a oggi conclusi i lavori per la nuova scuola nel Comune di San Giacomo delle Segnate, le aule aggiuntive della scuola media in costruzione nel Comune di Gonzaga e il Municipio del Comune di San Benedetto Po.
Ulteriore e recente passaggio è stata l’istituzione di una zona franca urbana che comprende i centri storici o centri abitati dei comuni del Mantovano colpiti dal sisma. L’intervento consente agevolazioni sotto forma di esenzioni fiscali a favore di microimprese.
In generale gli interventi di ricostruzione hanno riguardato quasi 2500 edifici, pubblici e privati, per una spesa complessiva di quasi 1 miliardo di euro, così come rilevato nel report sulle attività di ricostruzione del maggio 2016.

ANCI Lombardia © 2017  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961